Da lunedì 7 febbraio la differenziata solo coi nuovi mastelli con microchip

In base al numero di esposizioni del contenitore per il secco si potrà applicare la tariffa puntuale

I nuovi mastelli per la raccolta differenziata dei rifiuti

Lunedì, 31 gennaio 2022

Da lunedì prossimo, 7 febbraio, non sarà più possibile conferire i rifiuti con i vecchi mastelli per la raccolta differenziata. Lo ha stabilito l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Oristano, per cercare di fare un ulteriore salto di qualità nel servizio di igiene urbana.

Secondo i dati forniti da Formula Ambiente, il 90% delle utenze ha regolarizzato la propria posizione e ha ricevuto i nuovi contenitori. 

“Rimane una piccola fetta di popolazione che ancora non lo ha fatto”, dice l’assessore all’Ambiente Gianfranco Licheri. “Quando abbiamo iniziato la consegna dei nuovi mastelli, a ottobre, avevamo dato un periodo di tolleranza, che a dire il vero è andato anche oltre i tempi stabiliti. Ora dobbiamo iniziare la raccolta solo con i nuovi contenitori”. 

La decisione è inevitabile, perché solo con i nuovi mastelli, dotati di microchip, la ditta è in grado di valutare la quantità di rifiuti raccolti. Attraverso il conteggio del numero di esposizioni del contenitore per il rifiuto secco si potrà applicare la tariffa puntuale per ogni utenza: chi meno conferirà, meno pagherà.

“In questo modo”, ha aggiunto Licheri, “diamo esecuzione a un’altra clausola prevista nel capitolato e contiamo di arrivare a superare stabilmente la soglia dell’80% di raccolta differenziata, che è l’obiettivo finale dell’appalto di igiene urbana”. 

La Formula Ambiente ricorda che i nuovi mastelli possono essere ritirati nella sede dell’Ecopoint in via Eleonora, aperto il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle 9 alle 13 e il martedì e il giovedì dalle 15.30 alle 19.30.

L’assessore Gianfranco Licheri

4 Commenti

  1. “Attraverso il conteggio del numero di esposizioni del contenitore per il rifiuto secco si potrà applicare la tariffa puntuale per ogni utenza” Quindi non conta la quantità/peso ma il numero delle volte che viene esposto il mastello. Il secco viene ritirato una volta a settimana per cui, a occhio, pagheremo tutti la stessa tariffa. Salvo chi salta un turno e al successivo mette due buste.

  2. …….”Attraverso il conteggio del numero di esposizioni del contenitore per il rifiuto secco si potrà applicare la tariffa puntuale per ogni utenza: chi meno conferirà, meno pagherà”.
    Bravissimi e intelligenti, così aumenterà la spazzatura nelle periferie, cunette, pinete, ognidove. Sistema per aumentare la tassa tari per colpa di chi vuole eludere. Grazie

  3. Siamo alle solite cavolate di chissà quale genio… nessuno metterà fuori il secco, così risparmiano, ma ci troveremo invasi di immondizia in giro… che massa di fenomeni.

  4. Immaginate chi ha un neonato oppure un anziano che mette pannoloni…Non gli bastano 2 mastelli a settimana…vuol dire che ci troveremo le campagne ,le strade piene di cacca

Rispondi a Io pago Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome