“Settimana Europea della Mobilità, quante opportunità sprecate a Oristano”

Interpellanza urgente presentata dal centrosinistra. Il primo firmatario è Efisio Sanna

Sabato, 23 settembre 2023

“Il Comune di Oristano non ha promosso né organizzato alcuna iniziava in occasione della Settimana Europea della Mobilità, malgrado questa sia un evento riconosciuto per la sua importanza da tutta la comunità Europea”. La stoccata arriva dagli otto consiglieri comunale del centrosinistra che hanno presentato un’interpellanza urgente chiedendo spiegazioni al sindaco Massimiliano Sanna e alla sua Giunta.

“La Giunta municipale ha fatto perdere al nostro Comune una importante occasione”, si legge nell’interpellanza, “per favorire riflessioni e confronti sui consumi energetici e, in particolare, sui consumi derivanti dalla mobilità urbana e sulla necessità di promuovere scelte e sistemi di trasporto sostenibile in grado di ridurre gli effetti negativi dei mezzi tradizionali, come, appunto, il consumo di energia e di suolo, l’inquinamento atmosferico e acustico, la congestione del traffico, l’incidentalità stradale, con evidenti benefici per la salute, l’ambiente, l’incolumità, la socializzazione e la crescita culturale”.

“Per noi”, vanno avanti gli otto consiglieri di minoranza “la mobilità sostenibile è una grande opportunità  sulla quale Oristano deve dedicare grandi sforzi per rendere la città più vivibile, più ordinata, più moderna, più competitiva e più attrattiva”.

Al sindaco Sanna e all’esecutivo hanno chiesto poi “per quali ragioni hanno ritenuto di non dover promuovere, organizzare e incoraggiare iniziative di sensibilizzazione su un tema cosi importante”, sottolineando il fatto che la stessa maggioranza di centrodestra non ha mai nascosto la “volontà di realizzare, in tempi brevi, un nuovo piano urbano della mobilità sostenibile”. 

E, sempre in merito alla mancata partecipazione alla Settimana Europea della Mobilità, l’opposizione chiede “se il sindaco e i componenti dell’esecutivo si rendono conto di quanto queste insensibilità politiche-culturali e l’immobilismo possano nuocere a Oristano, alla sua crescita culturale, ai suoi rapporti con le altre realtà regionali e alla sua aspirazione di assumere il ruolo di città guida nel territorio”.

Il primo firmatario dell’interpellanza è il capogruppo di Oristano più, Efisio Sanna. Il documento è stato firmato anche dai colleghi del gruppo Carla Della Volpe,  Francesca Marchi e Umberto Marcoli, da Francesco Federico di Oristano Democratica e Possibile e da Maria Obinu, Giuseppe Obinu e Massiliano Daga del Partito Democratico.

Efisio Sanna

1 commento

  1. Ma perché visto di protestare sempre non lo avete fatto voi? A Oristano non si può neanche andare con la bicicletta e cercate la sostenibilità. Usate il cervello per Oristano ma soprattutto per gli oristanesi. Settimana Europea della Mobilità lasciamola ad altri contesti più attrezzati .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome