La piscina riapre a marzo, con un impianto fotovoltaico. La All Together cerca personale

La società sportiva guidata da Michele Zucca pensa anche a un centro benessere e a una palestra

Giovedì, 5 gennaio 2023

Chiusa ormai da diverso tempo, riaprirà probabilmente già a marzo la piscina comunale di Sa Rodia, a Oristano. “Ci sono alcuni lavori da programmare”, spiega il presidente della All Together, Michele Zucca, “pensiamo di riuscire a partire dopo la Sartiglia”. E all’orizzonte c’è un’importante svolta tra energia verde e domotica, che passa anche dall’installazione di un impianto fotovoltaico di ultima generazione e da sistemi smart all’avanguardia. Senza dimenticare la possibilità, in futuro, di realizzare una piscina all’aperto, un’area adibita a palestra e perfino un centro benessere.

La piscina è stata aggiudicata per 23 anni alla All Together 12 mesi dopo la risoluzione del contratto tra il Comune di Oristano e il precedente gestore, l’associazione temporanea di imprese formata da Pellegrini e Acquasport.

“Il nostro staff sarà composto da una ventina di dipendenti”, prosegue Zucca, “stiamo iniziando i primi colloqui. Cerchiamo prevalentemente istruttori laureati in Scienze motorie, istruttori di acquafitness e tecnici. Chi è interessato può inviare il proprio curriculum via mail ad amministrazionealltogether@gmail.com”.

Il presidente della All Together è pronto a scommettere su un impianto sportivo che punterà sulla sostenibilità ambientale. “Teniamo tanto all’ambiente e alle energie verdi”, puntualizza il dirigente, “ancora di più oggi, visti i costi delle bollette saliti alle stelle. La nostra è una società sportiva che si regge su valori ben chiari: il rispetto dell’ambiente e delle persone. Abbiamo in mente un progetto ludico-sportivo e socio-culturale basato su valori di etica sportiva”.

La società presieduta da Zucca gestisce già una piscina, quella di Lunamatrona, di proprietà del consorzio turistico Sa Corona Arrubia. E proprio la struttura sportiva che si trova in Marmilla è stata dotata tempo fa di un impianto fotovoltaico da 130 kilowatt. “Quella di Lunamatrona è l’unica piscina efficientata in Sardegna”, spiega il presidente della All Together, “siamo pronti a portare questo know-how a Oristano”.

I primi interventi urgenti riguarderanno gli spazi esterni, partendo dalla pulizia del verde e dalla sistemazione della recinzione. Poi si passerà al fotovoltaico. I pannelli, probabilmente 500, verranno posizionati sul tetto della struttura, fissati su binari. Per la piscina di Sa Rodia in totale si parla di un impianto da 150 kilowatt, più 100 di accumulo.

“Portare a Oristano un grande impianto fotovoltaico è una priorità”, aggiunge Zucca, “ci muoveremo subito, appena il Comune formalizzerà l’affidamento definitivo della struttura. Il mio interesse è installare i pannelli prima possibile. In Italia le piscine chiudono, noi invece apriamo, ma possiamo farlo soltanto seguendo la strada della sostenibilità”.

Sono diversi gli investimenti inseriti nel business plan dell’appalto. Certo, tanto dipenderà dalla risposta degli oristanesi. “Ci aspettiamo almeno 600-700 iscritti. I primi mesi saranno certamente di rodaggio”, va avanti il presidente della All Together, “sogno una piscina aperta 365 giorni all’anno, se ci sarà la richiesta anche 24 ore su 24, come accade nelle grandi città. Ci piacerebbe creare aule studio per i nuotatori agonisti e, perché no, realizzare una piscina all’aperto. Questa idea l’abbiamo anche inserita nel business plan. Senza dimenticare un’area palestra e un centro benessere, anche questi sogni nel cassetto”.

“Il nostro obiettivo”, conclude Zucca, “è offrire servizi e far stare bene le persone. Vogliamo che Oristano abbia un centro di eccellenza per il movimento natatorio. La nostra è una scuola nuoto federale, abbiamo una squadra di agonisti. Riprenderemo a fare le gare qui in piscina e magari anche in mare aperto, a Torre Grande. Siamo pronti ad aprire le porte al mondo della disabilità, alla terza età, ai bimbi, ai ragazzi, agli sportivi di ogni età. Immaginiamo una struttura a 360°, puntando anche sulle convenzioni con altre società sportive, con le scuole e con le aziende”.

Michele Zucca

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome