La piscina comunale avrà presto un nuovo gestore: si avvicina la firma con la All Together

La società è pronta a un importante investimento sul fotovoltaico per ridurre la bolletta energetica

Giovedì, 23 giugno 2022

Dopo qualche settimana di impasse, anche per via delle elezioni amministrative, verrà definito tra fine mese e l’inizio di luglio il contratto per la gestione della piscina comunale di Oristano, chiusa ormai da diverso tempo.

A riaprire l’impianto sportivo, si spera già a settembre, sarà la All Together, che ha in progetto di dotare la piscina di centinaia di pannelli fotovoltaici, così da abbattere i costi di funzionamento. La società è pronta a prendere in gestione la struttura per 23 anni in associazione temporanea di imprese con la Promosport di Cagliari.

“Tra fine giugno e l’inizio di luglio penso saremo in grado di firmare”, ha dichiarato il presidente della All Together, Michele Zucca. “C’è stato un ritardo anche a causa delle elezioni”, ha confermato il dirigente sportivo, “ma il dialogo con i dirigenti del Comune di Oristano non si mai interrotto”.

Nelle scorse settimane gli uffici comunali hanno fornito alla All Together una copia dell’accordo e ora sono al vaglio delle parti alcuni dettagli contrattuali. “Stiamo definendo quali saranno gli interventi ordinari a carico del gestore”, ha detto ancora Zucca, “e quali invece saranno le migliorie da apportare. Vogliamo una piscina funzionale per 23 anni, non possiamo permetterci errori. Sono tante le variabili da valutare, si pensi per esempio all’impatto del Covid-19”.

In ballo c’è anche un maxi-intervento di efficientamento energetico da svariate centinaia di migliaia di euro, anche questo a carico della All Together. “Ormai non possiamo non prendere in considerazione la strada dell’efficientamento energetico”, ha evidenziato il presidente della società, “se pensiamo al costo dell’energia elettrica o del gas. Dobbiamo guardare al rinnovabile”.

È stata già fatta una valutazione preliminare da parte della società. I pannelli fotovoltaici potrebbero essere 400, ma si tratta di una stima soggetta a variazioni in fase di stesura del progetto definitivo ed esecutivo. La All Together potrebbe installarli tutti o in parte sul tetto, ma anche sulle pensiline dei parcheggi, anche queste da realizzare. Tra gli interventi immediati ci sarà inoltre la sistemazione della recinzione dell’impianto sportivo.

La società presieduta da Zucca gestisce già una piscina, quella di Lunamatrona, di proprietà del consorzio turistico Sa Corona Arrubia. E proprio la struttura sportiva che si trova in Marmilla è stata dotata tempo fa di un impianto fotovoltaico.

Sette anni fa la All Together aveva partecipato alla gara per la gestione fino a 30 anni della piscina comunale. Quell’appalto era stato poi vinto nell’estate 2015 dall’associazione temporanea di imprese formata da Pellegrini e Acquasport. Quell’accordo però non c’è più – la rescissione consensuale era arrivata a fine 2021 – e ora a spuntarla saranno proprio All Together e Promosport, che avevano chiuso la gara al secondo posto.

Le prime interlocuzioni tra la All Together, gli uffici e l’Assessorato allo Sport del Comune di Oristano, all’epoca guidato da Maria Bonaria Zedda, erano partite lo scorso inverno. Sei mesi dopo ecco che si avvicina la fumata bianca.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome