Deserta la gara per i bagnini sulla spiaggia di Torre Grande

Una sola offerta (della Blue Swell) esclusa per la documentazione carente

Martedì, 21 giugno 2022

È andata deserta la gara per l’affidamento del servizio di salvamento a mare a Torre Grande. La procedura aperta era stata indetta dagli uffici del Comune di Oristano il 17 maggio.

In realtà, un’offerta tramite la piattaforma elettronica della Regione “SardegnaCat” è arrivata. A presentarla è stata la Blue Swell. La documentazione amministrativa inviata dalla società è stata però ritenuta carente dal Comune, che ha attivato le procedure del soccorso istruttorio per permettere alla Blue Swell di presentare le integrazioni richieste.

L’ulteriore documentazione inviata dalla società è stata però ancora una volta ritenuta incompleta dagli uffici. Così nei giorni scorsi il Comune ha comunicato alla Blue Swell l’esclusione dalla procedura di gara, perché sprovvista dei requisiti minimi per la partecipazione. Tramite una determina, il settore Lavori pubblici e manutenzioni ha quindi dichiarato l’asta deserta.

Gli uffici hanno inoltre già dato avvio a un nuovo procedimento per l’individuazione dell’operatore economico a cui affidare il servizio.

Nelle scorse settimane la vecchia Giunta comunale guidata dall’allora sindaco Andrea Lutzu aveva approvato il piano aggiornato di salvamento a mare. Il documento prevede che i bagnini dovranno operare sul lungomare di Torre Grande per almeno 60 giornate nel corso della stagione balneare, come richiede il riconoscimento della Bandiera blu.

Le postazioni di salvamento a mare previste sono tre: una all’altezza del primo pontile, un’altra tra la torre e l’hotel del Sole, l’ultima tra la torre e Villa Baldino.

2 Commenti

  1. La vergogna è che Oristano ha la bandiera blu e non ha i bagnini, ma dico io ma si può dare una bandiera blu a Oristano? bho…cmq complimenti per la scelta

Rispondi a PU Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome