“De Insula”, Gianni Murtas parla della Neoavanguardia in Sardegna

Appuntamento sabato in Pinacoteca, nel chiostro. Interverranno gli artisti Angelo Liberati e Igino Panzino

Giovedì, 9 giugno 2022

Sabato 11 giugno alle 18, nel chiostro della Pinacoteca comunale “Carlo Contini”, è in programma un incontro su “Nuova arte, nuova società. Gli orizzonti della Neoavanguardia in Sardegna”, con il professor Gianni Murtas. Parteciperanno anche gli artisti Angelo Liberati e Igino Panzino. 

La nascita delle Neoavanguardie in Sardegna si colloca verso la fine degli anni Cinquanta. La formazione dei gruppi contestatori della cristallizzata tradizione figurativa sarda si catalizza attorno a due figure chiave come Mauro Manca e Corrado Maltese.

Gli esponenti che emergeranno maggiormente saranno Pantoli, Brundu, Casula, Leinardi, Dore e Calzia, che innescheranno un radicale processo di  rinnovamento nell’espressione artistica della Sardegna. 

Gianni Murtas, storico e critico d’arte, si è occupato in particolare delle espressioni artistiche del Novecento. Ha scritto numerosi libri su maestri dell’architettura e l’arte come Filippo Figari (2004), Foiso Fois (2005) e Mauro Manca (2005).

Tra le altre pubblicazioni si possono ricordare: Inventare altri spazi (1993), Igino Panzino (2006), Il gruppo transazionale (1995), Nino Dore (2009), Arte in-utile (1990), Il  ritorno della figura (2008) e Un passo in più (2007).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome