Al Museo Diocesano si parla di un pittore che operò a Oristano nell’Ottocento

Interessante conferenza

La ritrattistica di Giovanni Marghinotti sarà al centro della conferenza che chiude il ciclo di incontri formativi e di approfondimento tematico nell’ambito della mostra “De Insula. Dall’Ottocento ai giorni nostri”, al Museo Diocesano Arborense di Oristano.

Giovedì prossimo 30 giugno, alle 19, lo storico dell’arte Simone Mereu sarà relatore dell’iniziativa dal titolo “Giovanni Marghinotti e la ritrattistica di metà Ottocento a Cagliari”, curata – come le altre – da Antonello Carboni e Silvia Oppo.

Considerato uno dei più rappresentativi pittori sardi del XIX secolo, Giovanni Marghinotti fu pittore di camera del re e professore di disegno all’Accademia di Belle Arti di Torino. Operò a Oristano soprattutto grazie alla sua amicizia con l’arcivescovo Mons. Giovanni Maria Bua e per la cattedrale di Oristano dipinse le due grandi tele, poste ai lati del presbiterio, raffiguranti l’Adorazione dei Magi e l’Ultima Cena.

Simone Mereu è docente presso il Liceo Classico Dettori di Cagliari e membro del Direttivo Nazionale dell’Associazione Nazionale Insegnanti di Storia dell’Arte (ANISA).

La locandina

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome