Bandiera blu per un’altra estate sulla spiaggia di Torre Grande

In Sardegna 15 Comuni hanno ottenuto il riconoscimento della FEE

La Bandiera blu issata lo scorso a Torre Grande

Martedì, 10 maggio 2022

La spiaggia di Oristano – Torre Grande è una delle 15 in Sardegna sulle quali la prossima estate potrà sventolare la Bandiera blu della Foundation for Environmental Education (FEE).

Nell’elenco annunciato oggi ci sono anche Badesi, Castelsardo, Sorso, Sassari, Santa Teresa Gallura, Aglientu, Trinità d’Agultu e Vignola, La Maddalena, Palau, Budoni (nuovo ingresso), Tortolì, Bari Sardo, Quartu Sant’Elena e Sant’Antioco.

Questa mattina, durante una conferenza da remoto, il premio è stato consegnato virtualmente ai Comuni selezionati. Oristano e Torre Grande – premiati per il dodicesimo anno consecutivo – erano rappresentati dal sindaco Andrea Lutzu e dall’assessore all’Ambiente Gianfranco Licheri, che hanno espresso soddisfazione per la conferma dell’ambito riconoscimento.

L’assessore Gianfranco Licheri durante la video conferenza – Foto Ufficio Stampa Comune di Oristano

In tutta Italia il riconoscimento è andato a 210 Comuni e 82 approdi turistici, per un totale di 427 spiagge: circa al 10% delle spiagge premiate a livello mondiale.

Rispetto allo scorso anno debuttano 9 Comuni e ne spariscono 5. In totale 14 i nuovi ingressi fra le spiagge selezionate.

La Liguria conferma 32 località e guida la classifica tra le regioni. Più staccate – con 18 Bandiere – la Campania (un nuovo ingresso e due uscite), la Toscana (un nuovo ingresso) e la Puglia (tre nuovi ingressi e due uscite). Sono 17 i riconoscimenti per la Calabria (due nuovi ingressi) e per le Marche (un nuovo ingresso).

“Anche quest’anno il programma Bandiera blu segna un notevole incremento dei Comuni che hanno ottenuto il riconoscimento, ben 210, con 14 nuovi ingressi”, ha detto Claudio Mazza, presidente della FEE Italia. “Oltre 300 però sono quelli che hanno intrapreso il percorso, manifestando la volontà di migliorarsi sempre di più. Un percorso basato sul miglioramento continuo, fatto magari di piccoli, ma concreti e continui passi verso una piena sostenibilità, intesa quale ambientale, sociale ed economica. La nuova sfida sarà sulla formazione, sostenendo i Comuni a formare le competenze necessarie che, attraverso un approccio interdisciplinare, garantiscano una visione sistemica in grado di contribuire alla gestione sostenibile del territorio”.

2 Commenti

  1. Ma con che criteri la assegnano?
    Perché solo a vedere il colore dell’acqua di Torregrande… se poi ci aggiungiamo che nel tratto tra la spiaggia dei cani e il porticciolo ci sono più pezzi di amianto che conchiglie e che dal lato del pontile si è vicinissimi al porto industriale…

  2. Vergognatevi…qualcuno spieghi come si fa a dare bandiera blu a Torregrande che non ha servizi, la spiaggia è pessima, attracco della nave al pontile, acqua di colore strano…..COMPLIMENTI

Rispondi a Daniele Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome