Vandali in azione a Oristano: alcune vie del centro storico ridotte a un letamaio

Il sindaco Lutzu: Nessuna giustificazione è possibile"

Foto di Antonio Sanna Solinas

Domenica, 13 febbraio 2022

Centro storico di Oristano preso di mira nella notte da vandali e teppisti: hanno riempito di rifiuti alcune strade, danneggiando anche l’arredo pubblico come i passamano ed i contenitori dei rifiuti.

Maggiormente colpite la via Ciutadella di Minorca, via Vittorio Emanuele, piazza Roma e via De Castro, ma anche l’area verde di via Solefrino.

Oltre ad aver sparso sulla strada rifiuti e cartacce hanno spaccato bottiglie lasciando i pericolosi cocci nei marciapiedi.

Una puzza di urina si percepiva ancora stamane in alcuni punti del centro.

Gli operatori della società Formula ambiente, che gestisce in città la raccolta dei rifiuti, nelle prime ore del mattino hanno dovuto fare gli straordinari per pulire il centro storico.

Il sindaco Andrea Lutzu ha commentato duramente: “Nessuna giustificazione è possibile. Nessuna forma di comprensione. Ho sempre dialogato e continuerò a farlo ma credo che cose del genere non siano più tollerabili. Chiaramente sono in corso tutti gli accertamenti possibili attraverso i sistemi di video sorveglianza ed altro. Spero che come in altri episodi recenti i responsabili siano individuati”.

Il parco di via Solferino fotografato questa mattina da una lettrice
Foto di Antonio Sanna Solinas

15 Commenti

  1. La città, dal centro alle periferie, è in completo abbandono. Ma chi è preposto a vigilare? Penso che il nostro sindaco, che anch’io ho votato, dovrebbe essere più presente e pretendere più controlli. Basta scendere nella Via Dritta la sera per vedere i raid di biciclette e quant’altro con l’assenza totale di uno, dico un vigile urbano. Caro Sindaco smettiamo di nasconderci dietro il dialogo con chi?

  2. Ci risiamo nuovamente. Via Ciutadella di Minorca e ora che si prendano provvedimenti. Per il resto è bene che i controlli si estendano sino a tarda ora , il consumo di alcolici si potrebbe sospendere nei Weekend visto il casino che combinano . Il resto l’ordine e d’obbligo.

  3. Complimenti al camion/spazzatrice che passa sopra il ricordo del pontefice! Continuiamo così a completare la frantumazione del bassorilievo del Papa! Ma ci vuole molto a smontarlo e applicarlo a una parete della piazza ???

  4. Ma di notte 112 113 117 dove stanno? Tante auto in giro e…? Comunque nulla di nuovo sono anni che succedono queste cose e sono anni che non succede nulla. Ora il sindaco si sveglia determinato, sarà forse perché a breve ci saranno le elezioni?

  5. Invece di fare i frustrati qui nei commenti andate a comprare un cestino delle dimensioni umane e mettetelo nelle vie principali perché quelli che ci sono in giro vanno bene se si produce una quantità di spazzatura della vita di una formica.
    Dove i ragazzi dovrebbero buttare i bicchieri e le bottiglie spiegatemelo e non ditemi che si devono portare le buste appresso perché vorrei proprio vedere a voi a buste in mano tutto il giorno.
    Di cosa stiamo parlando? Non ci sono le persone pagate per pulire la mattina? Non è il loro lavoro? Come pensate che funzioni nelle grandi città con milioni di abitanti?
    Leggo che qualcuno suggerisce di non vendere alcool il weekend. Io suggerisco a questa persona di leggersi due libri per capire come il proibizionismo non è mai servito a nulla nella storia e se non bastasse prego dia nome e cognome e applichiamo il divieto per lei e i suoi parenti, visto che vuole iniziare una rivoluzione si metta in prima linea.
    Per l’odore di piscio nelle strade risposta semplice, dove sono i bagni pubblici? La gente se la deve fare nei pantaloni se i locali hanno la fila di ore nei bagni?
    Sarebbero sicuramente soldi spesi in qualcosa di utile, non come spenderli per incavare la faccia di un vecchio su una mattonella.

    • Se le bevande le bevi in un bar sai dove lasciare le bottiglie, anche se le compri in un distributore poi invece se vuoi fare il figo bevendo per strada, su un marciapiede o in un parco allora il problema è tuo. C’è gente pagata per pulire è vero e questo cosa dovrebbe significare, non sono al tuo servizio e la città è anche degli altri, di coloro che la rispettano, di coloro che ci vivono e lavorano anche la mattina quando tu sbronzo di sonno ti rotoli ancora nel letto. Poi dall’ultima frase riguardo quella che tu definisci la pietra di un vecchio si comprende tutta la tua pochezza e anche l’inutilità di discutere con te

  6. Ma dove vivi potrò essere tuo figlio . Se sei un genitore spero che tu educhi nel modo giusto, p ed che questo e frutto di poca educazione . I cestini e giusto che siano così , perché servono per le formiche che ne producono poco di spazzatura . L’alcol va moderato perché come vedi annebbia la menta e altro , ma a quanto pare a te non frega niente . Le pesciate può mettere a disposizione il suo bagno così si evita ogni problema. Infine viaggi e viva con una mente sociale un po’ più aggiornata ai tempi . Chi lavora ogni giorno nel ripulire la città merita rispetto , sicuramente non può pulire la sporcizia lasciata in giro da gente poco responsabile.

  7. Signori è veramente un peccato sprecare fiato con voi, perché avete visto poco a parte Oristano, comunque vi assicuro che in tutte le piazze d’Italia i ragazzi si incontrano nelle piazze e lasciano sporcizia, e non in 20 metri come nella foto che avete pubblicato, ci sono gli addetti alle pulizie che la notte fanno sgomberare e iniziano a pulire, è normale uscire nelle piazze per i ragazzi, nessuno ne parla e nessuno fa scandali, a Oristano invece si perché ci sono le persone adulte come voi annoiate che si attaccano a queste cose pensando di fare politica o di essere utili alla comunità con un commento su questa pagina, adulti che giudicano i ragazzi e cercano di togliergli le poche libertà che hanno in una città morta, ho letto in un commento che siamo offuscati dall’alcool, anche voi siete offuscati secondo me ma l’alcool non c’entra niente purtroppo

    • O Federico, siete caddozzi e stop.
      Non ti arrampicare sui vetri per difendere comportamenti indifendibili.
      Butti la roba in terra anche a casa tua o la metti nel secchio della spazzatura ?
      E comunque questi scontri generazionali fanno troppo ridere.
      Fra 20, 30 anni ci sarai tu a sgridare i ragazzini che fanno casino sotto casa tua.
      Voi siete come eravamo noi e noi siamo come sarete voi.
      It’s the circle of life.

  8. Federico non sprecarne fiato , ma neanche tempo per scrivere assurdità . Non di certo insegni tu come vivere . La realtà è ben definita. Maleducati e incivili

Rispondi a Federico Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome