Gli studenti oristanesi rispondono alla chiamata della piazza: “Il Governo non ci ascolta”

Venerdì una manifestazione in piazza Eleonora promossa dai rappresentanti di Istituto

La manifestazione promossa dagli studenti lo scorso 21 gennaio

Mercoledì, 16 febbraio 2022

Anche gli studenti oristanesi rispondono alla chiamata nazionale della piazza e venerdì – 18 febbraio – occuperanno il centro cittadino. Tre i punti attorno ai quali muove la protesta, discussi dai rappresentanti degli istituti durante un’assemblea svolta nei giorni scorsi: maturità, alternanza scuola – lavoro, trasporti e infrastrutture.

“Manifesteremo contro la noncuranza del Governo alle istanze degli studenti, non ascolta le nostre voci”, spiega Giovanni Maccioni, rappresentante d’istituto al Classico “De Castro” di Oristano, “contro la retorica del ritorno alla normalità che si ostenta a livello formale, ma per la quale nei fatti mancano i presupposti”.

“Altro punto sul quale vorremo portare l’attenzione sono le repressioni che si sono state in Italia. Unica risposta del Governo agli studenti nelle piazze sono state le manganellate”.

“La protesta sarà incentrata anche sul problema dei trasporti e delle infrastrutture”, aggiunge Antonio Meloni, rappresentante del Magicroce di Oristano: “un problema presente anche nel nostro territorio”.

“La manifestazione è organizzata con la collaborazione di tutti gli istituti”, continua Maccioni, “all’assemblea cittadina hanno partecipato, tra gli altri, anche la rappresentante dell’Artistico, Lucrezia Sardu, e dello Scientifico. Abbiamo cercato di coinvolgere anche gli studenti di Ghilarza, Terralba e Bosa”.

“L’intento è una piazza ad ampio respiro e non targettizzata, con la rappresentanza solo dei maturandi o dei ragazzi che fanno alternanza scuola – lavoro”, conclude Giovanni Maccioni. “Speriamo ci sia una buona adesione”.

La locandina della manifestazione degli studenti

2 Commenti

  1. Non vogliono più fare l’esame di maturità con gli scritti. Non vogliono lavorare. Hanno paura di un virus-raffreddore che a loro non fa niente.
    Forse aspirano al reddito di cittadinanza ?

Rispondi a tigre siberiana Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome