Il bestiarum nel Romanico sardo: quattro conferenze al Museo diocesano

Il calendario degli appuntamenti fino a marzo

Il Museo Diocesano Arborense di Oristano

Lunedì, 17 gennaio 2022

Proseguono al Museo Diocesano Arborense di Oristano gli appuntamenti con “I pomeriggi del Romanico” curati dall’Associazione Itinera Romanica – Amici del Romanico. Dopo il seminario dedicato al ricordo del professor Roberto Coroneo – preside di Lettere all’Università di Cagliari, scomparso nel 2012 all’età di 54 anni – ecco quattro conferenze legate al “Bestiarium” del Romanico sardo.

Nei giorni scorsi hanno partecipato al primo incontro il presidente dell’Associazione del Romanico, Antonello Figus, e i professori dell’Università di Cagliari Rossana Martorelli, Andrea Pala e Nicoletta Usai. Nel corso del seminario si è parlato delle esperienze di lavoro e di vita del professor Coroneo, che fin dall’inizio aveva sostenuto fortemente il progetto degli itinerari del Romanico in Sardegna.

I prossimi appuntamenti, coordinati dalla professoressa Rossana Martorelli, affronteranno invece il tema “Bestiarium”, ovvero le tante sculture presenti nel vasto panorama delle chiese romaniche sarde che rappresentano animali.

Leoni o leonesse, ma anche serpenti, aquile, draghi e altre tipologie di bestie adornano capitelli, plutei, colonne e architravi . Nel medioevo ogni animale aveva una precisa simbologia, in questo caso legata ai temi del Cristianesimo.

Ogni conferenza sarà dedicata a diverse tipologie di animali. Saranno invitati ad approfondire le tematiche professori e studiosi. Il prossimo incontro, “Il Bestiarium: origine ed evoluzione di una categoria di libri in uso nel Medioevo”, è in programma venerdì 21 gennaio. Avrà inizio alle ore 17.30 al Museo Diocesano Arborense e sarà tenuto dal professor Andrea Pergola.

La seconda conferenza si terrà il 4 febbraio e vedrà protagonista professor Marco Mangino, che parlerà di “Bovini e felini: l’eterna lotta tra il forte e il debole”.

Il 18 febbraio toccherà poi alla professoressa Nicoletta Usai con “Serpenti, draghi e rettili: animali dalle oppositae qualitates”. L’ultima conferenza si terrà il 4 marzo: chiuderà “I pomeriggi del Romanico” il professor Andrea Pala, che analizzerà il tema “Rapaci nell’immaginario medievale: tra realtà e fantasia”. 

Gli incontri saranno aperti a tutti. L’ingresso sarà gratuito, ma col rigoroso rispetto delle norme anti-Covid, quindi con green pass rafforzato e mascherina Ffp2.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome