Raccolta differenziata, al teatro San Martino l’ultima assemblea

Per i residenti di centro storico, Sa Rodia e Ospedale

Venerdì, 17 dicembre 2021

Gli oristanesi che risiedono nel centro storico e nei quartieri di Sa Rodia e fronte Ospedale sono invitati a partecipare all’incontro sul nuovo servizio di raccolta differenziata organizzato dall’Assessorato comunale all’Ambiente per lunedì 20 dicembre, alle 18,30 al teatro San Martino.

“Siamo all’ultimo dei dieci incontri programmati nelle frazioni e in città”, spiega l’assessore Gianfranco Licheri. “Ci farebbe piacere una partecipazione importante, per tracciare un bilancio dell’avvio del nuovo servizio di igiene urbana. I timori della vigilia, riguardanti soprattutto la raccolta nei condomini, sembrano essere stati smentiti dai fatti. Al contrario, molti cittadini, nelle precedenti riunioni, hanno apprezzato il nuovo sistema di conferimento”.

“Sul centro storico, in particolare, occorre ragionare sul servizio per le utenze non domestiche”, aggiunge l’assessore, “e per questo motivo è importante partecipare alla riunione di lunedì”.

Oltre all’assessore Licheri, saranno presenti come nelle altre occasioni anche i rappresentanti di Formula Ambiente, che risponderanno a qualsiasi dubbio o segnalazione dei cittadini, e il direttore dell’esecuzione del contratto, Omar Lardieri.

La ditta che gestisce il servizio ricorda che sono nuovamente a disposizione i mastelli per la differenziata, dopo l’arrivo di una nuova fornitura. Si possono ritirare nei locali dell’Ecopoint, in via Eleonora (lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 13, martedì e giovedì dalle 15.30 alle 19.30).

Secondo i dati raccolti da Formula Ambiente, diverse utenti non hanno ancora i nuovi mastelli, ma entro la fine dell’anno dovranno adeguarsi, perché solo con quelli i rifiuti saranno ritirati.

1 commento

  1. Noi abbiamo partecipato alla riunione del 13. Esposto il nostro problema, il continuo mancato ritiro di secco, carta e plastica. Nulla è cambiato. Continuano a non ritirarlo.

Rispondi a Patricia Dessi Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome