Spazio a pedane e dehors per ristoranti e bar, via i parcheggi

Fino al 31 dicembre sospesi 71 stalli, sia liberi che a pagamento

Dehor a Oristano

Venerdì, 4 giugno 2021

Spazio a pedane e dehors per dare un’opportunità in più a bar e ristoranti che ripartono: in alcune vie di Oristano il Comune ha sacrificato 71 stalli per la sosta, sia a pagamento che liberi.

Fino al 31 dicembre non sarà più possibile parcheggiare nei seguenti 27 stalli a pagamento: uno nella via Mazzini, di fronte al civico 39; tre nella via Mazzini al civico 45; due nella via Mazzini dal civico 86 al civico 88; tre nella via Verdi dal civico 30 al civico 32; due nella via Verdi dal civico 32 al civico 34; quattro nella piazza Roma, al civico 52; uno nella via Riccio, al civico 13; due nella piazza Cova, al civico 2; altri tre nella via Riccio dal civico 22 al civico 26; tre nella via Tirso dal civico 29 al civico 33; e altri tre sempre in via Tirso al civico 116.

La sospensione della possibilità di parcheggiare fino al 31 dicembre è valida anche nei seguenti stalli di sosta liberi: uno nella via Mazzini al civico 110; due nella via Mariano IV, dal civico 11 al civico 9, a cinque metri dall’ingresso del parcheggio a pagamento in struttura; due nella piazza Mariano IV, dal civico 12 al 14; altri due in piazza Mariano IV di fronte al civico 38, dal lato del monumento ai Caduti in guerra; due nella via Carnia dal civico 16 al 18; due nella via La Sila, dal civico 4 al 6.

L’elenco prosegue con tre stalli liberi nella via Umbria, dal civico 152 al civico 158; tre nella via Sardegna, dal civico 77A al civico 79; due nella via Lombardia, dal civico 32 al civico 36; due nella via Donizetti, dal civico 22 al civico 24; due nella via Marconi, al civico 1; otto nella piazza del Popolo, dal civico 4 al civico 6; tre nella via Amsicora, al civico 44; due nella via Tempio, al civico 10; due nella via Ciutadella De Menorca, dal civico 22 al 28; quattro nella piazza Roma in corrispondenza del civico 52; uno infine nella via Beato Angelico, dal civico 21 al civico 23.

La sospensione dei parcheggi è disposta da una ordinanza comunale, che segue la deliberazione della Giunta con la quale si concede temporaneamente il suolo pubblico alle attività commerciali e turistiche danneggiate da chiusure e limitazioni legate all’emergenza coronavirus, al fine di promuoverne la ripresa. Il provvedimento è rivolto alle attività che non dispongono già di aree all’aperto.

2 Commenti

  1. Complimenti sig. sindaco, finalmente una decisione opportuna per gli esercenti. Anzi è opportuno che tale occupazione divenga stabile anche per l’anno prossimo. Possibilmente autorizzare la copertura degli stalli con struttura fissa, facendo pagare l’occupazione del suolo pubblico. Sarebbe una cosa eccezionale.

  2. Veramente una stupidaggine.
    Ma a Oristano esistono solo i bar e ristoranti, oltre che togliere i già carenti parcheggi a chi paga le tasse, bisogna sperare che non ci finisca nessuno sopra in macchina.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome