Maullu si conferma campione italiano Promesse nel giavellotto

A Grossetto ottimo Leonardo Porcu, che strappa il minimo per gli Europei U20 nei 110 ostacoli

Jhonatam Maullu

Domenica, 13 giugno 2021

Ancora un titolo nazionale per il giavellottista oristanese della Dinamica Sardegna Jhonatam Maullu. Ieri il ventenne allenato da Mauro Gabbrielli si è confermato ai Campionati italiani di Grosseto nella categoria Promesse. Al quarto tentativo, Maullu ha lanciato l’attrezzo da 800 grammi a 67,84 metri e ottenuto il posto più alto nel podio.

Soltanto pochi mesi fa, agli invernali di Molfetta, l’atleta della Dinamica Sardegna aveva vinto il suo quarto titolo italiano, sempre nella categoria Promesse.

A Grosseto gli oristanesi in gara questo fine settimana agli Italiani Juniores e Promesse erano ben sette. È stato un sabato molto positivo anche per Leonardo Porcu dell’Atletica Oristano, quinto nei 110 ostacoli Juniores. Il diciottenne allievo di Valentina Piras ha corso le batterie in 14”14, strappando il minimo di qualificazione agli Europei Under 20, in finale invece ha fermato il cronometro a 14”19.

Quinto posto, ma nel salto triplo Juniores, per Andrea Laconi, anche lui dell’Atletica Oristano e anche lui seguito da Valentina Piras. Venerdì il diciannovenne ha saltato 14,82 metri al sesto tentativo.

Stamane ha gareggiato nel giavellotto femminile Promesse la ventenne Alessia Zoccheddu. La lanciatrice dell’Atletica Oristano, allenata da Stefano Mascia, ha scagliato l’attrezzo a 35,83 metri. Per lei ventesimo posto. Sempre oggi è arrivato settimo nel disco maschile Juniores Francesco Piras dell’Atletica Uras. L’allievo di Gianni Frau e Francesca Mastinu si è spinto fino a 45,31 metri.

Ieri Matteo Andrea Vigilante (Dinamica Sardegna) ha conquistato l’undicesimo posto nel salto con l’asta maschile Juniores. L’atleta di Roberto Sassu è arrivato a 4,05 metri.

Trentatreesimo posto ieri per Davide Piras della Dinamica Sardegna nel giavellotto maschile Juniores. Per il diciassettenne seguito da Mauro Gabbrielli solo un lancio valido, il primo, arrivato a 41,43 metri.

1 commento

Rispondi a kaisaros Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome