I certificati anagrafici da oggi si ritirano anche in tabaccheria

Parte la sperimentazione con 14 rivendite, dopo l'accordo tra il Comune di Oristano e la Fit

Mercoledì, 26 maggio 2021

Grazie a una convenzione tra il Comune di Oristano e la Federazione Italiana Tabaccai, da oggi sarà possibile ottenere un certificato anagrafico in tabaccheria. È attivo anche il servizio di rilascio certificati della Camera di commercio. Le novità sono state presentate nel pomeriggio, nella tabaccheria di via Cagliari 304, dal sindaco Andrea Lutzu – che ha ritirato il primo certificato – e dal presidente provinciale della FIT, Massimo Farris.

Con la collaborazione di Novares, società del gruppo FIT, le tabaccherie del territorio che partiranno in via sperimentale con il nuovo progetto sono 14, distribuite in vari quartieri per una copertura dell’intero territorio comunale. 

Da giugno l’adesione al programma sarà estesa a tutte le tabaccherie associate FIT a Oristano e diventerà operativa una grande rete civica al servizio della collettività. 

“Per un cittadino può non essere agevole recarsi in Comune per un certificato”, spiegano il sindaco Andrea Lutzu e l’assessore al Bilancio e al Patrimonio Angelo Angioi. “Per questo motivo, in collaborazione con la Federazione Italiana Tabaccai, abbiamo pensato di portare il servizio di anagrafe sul territorio, per semplificare la vita delle persone. Chi ha bisogno di un certificato anagrafico può recarsi nella tabaccheria più vicina a casa, risparmiando tempo”.

Il sindaco Lutzu ritira il primo certificato

“Con questa operazione valorizziamo e supportiamo le attività del nostro territorio che, integrando alcuni servizi comunali, hanno la possibilità di divenire sempre più punto di riferimento per i cittadini, creando una rete territoriale diffusa”, aggiungono gli amministratori. “Il nostro Comune sta puntando sempre più sull’innovazione dei servizi al cittadino e questo progetto va in questa direzione”.

“Siamo davvero soddisfatti di poter collaborare con le istituzioni”, commenta il presidente provinciale FIT Massimo Farris, “affinché le nostre attività possano essere vicine ai cittadini, agevolandoli nelle loro incombenze quotidiane e svolgendo così anche una funzione di servizio. La nostra categoria ha subito ben risposto a questo nuovo progetto e presto altre tabaccherie vi aderiranno”.

Questi i certificati che possono essere richiesti nelle tabaccherie: nascita, morte e matrimonio, cittadinanza, esistenza in vita, residenza, stato civile, stato di famiglia, stato di famiglia e stato civile, residenza in convivenza, stato di famiglia Aire, stato libero, unione civile, convivenza. Per ogni operazione di rilascio certificati il costo è di 2 euro, Iva compresa.

Le tabaccherie che partono per prime sono quelle di piazza Roma 70, via Mazzini 60, corso Umberto 12, via Vittorio Veneto 101/B, via del Pontile 12 a Torre Grande, via Cagliari 304, via Adua 42 a Silì, via Cagliari 426, via XX Settembre 27, Strada provinciale 54 via delle Grazie al Rimedio, via Palmas 93, via Enrico Mattei 30, via Ricovero 70.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome