Entro luglio la nuova raccolta differenziata: obiettivo 85%

Tutte le novità per gli utenti di Oristano col servizio presentato stamane in Comune

Da sinistra Paola Obino del Servizio ambiente del Comune, l’assessore Gianfranco Licheri e Giulio Gardu di Formula Ambiente

Venerdì, 7 maggio 2021

Ottimizzare la raccolta differenziata nei condomini e arrivare all’85% dei rifiuti differenziati nell’arco dei prossimi sette anni sono gli obiettivi dell’accordo siglato nei mesi scorsi dal Comune di Oristano e Formula Ambiente. Con la consegna dei nuovi mastelli è partita ufficialmente la nuova stagione del servizio di igiene urbana a Oristano.

Dopo l’aggiudicazione dell’appalto e la firma sul contratto, la ditta Formula Ambiente ha iniziato a lavorare sui dettami previsti nel capitolato. A fronte di una macchina già rodata (Formula Ambiente era subentrata già nel precedente appalto), ci sono alcune novità volute per migliorare il servizio sulla base degli indirizzi dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Oristano. L’obiettivo è far partire il nuovo calendario, che prevede la divisione della città e delle frazioni in due aree e non più in sei, entro il mese di luglio.

“L’appalto”, spiegano il sindaco Andrea Lutzu e l’assessore Gianfranco Licheri, “si snoda su due assi: la raccolta dei rifiuti e il decoro cittadino. Sulla differenziata, l’obiettivo generale è di portare stabilmente la percentuale sopra l’80%, fino a raggiungere il risultato dell’85% nell’arco dei sette anni. Gli strumenti per raggiungere questo risultato sono molteplici e partono da un’ampia gamma di servizi a disposizione dei cittadini, ad iniziare dalla nuova app Junker e dall’Ecopoint in via Eleonora”.

“Il Comune”, aggiunge il sindaco, “con questo nuovo appalto conferma quella sensibilità particolare per l’ambiente che nel corso degli anni ha procurato alla città numerosi riconoscimenti a livello nazionale”.

Andrea Lutzu

Alla conferenza stampa di presentazione del nuovo servizio, questa mattina nel giardino di Palazzo Campus Colonna, erano presenti il presidente della Commissione Ambiente Lorenzo Pusceddu, Giulio Gardu e Fabio Fresu, responsabili locali di Formula Ambiente, e l’ingegner Paola Obino del Settore ambiente del Comune di Oristano.

Raccolta dei rifiuti. Sulla differenziata, l’obiettivo generale è di portare stabilmente la percentuale sopra l’80%, fino a raggiungere il risultato dell’85% nell’arco dei sette anni. Il nuovo logo, che accompagnerà tutte le campagne istituzionali, rimanda proprio alla percentuale dell’80%, con uno slogan eloquente: “Ottanta… ci dà tanto”. 

Stare sopra l’80% di raccolta differenziata è importante perché dal suo raggiungimento dipendono importanti risultati economici: l’abbattimento del 50% del costo di conferimento in impianto del secco e dell’ecotassa dovuta per lo smaltimento in discarica. Le premialità andrebbero a beneficio di tutti i cittadini, attraverso il miglioramento dei servizi e il rispetto dell’ambiente.

“Gli studi sulla raccolta differenziata”, osserva l’assessore Licheri, “dimostrano che, per raggiungere questo risultato, bisogna ottimizzare anche la raccolta nei condomini, oggi anello debole del servizio. Ecco perché una delle grandi novità, che nel capitolato di gara del Comune assegnava punteggio ai partecipanti, è costituita dalla raccolta, attraverso singoli mastelli, anche nei palazzi. L’addio ai cosiddetti ‘carrellati’ è stato accompagnato da un capillare monitoraggio, effettuato da Formula Ambiente in tutti i condomini della città, dove sono state esaminate le principali criticità, anche in termini di decoro urbano. È evidente, infatti, che ci siano preoccupazioni intorno alla probabilità che, in alcuni palazzi, si assista all’esposizione di una sfilza di piccoli mastelli. Non sarà così. Laddove sono stati palesati problemi in tal senso, si continuerà col conferimento attraverso i bidoni più grandi”. 

La consegna dei mastelli è iniziata nei giorni scorsi col metodo del “porta a porta”. I dati sono ancora molto parziali e riguardano la frazione di Donigala, dove le due squadre di addetti hanno raggiunto l’80% degli utenti inseriti nelle liste Tari (requisito fondamentale per avere gli strumenti utili al conferimento). Chi non avesse ricevuto il kit, potrà ritirarlo nella sede di Formula Ambiente, in Via Parigi, a partire dal 15 giugno. 

La consegna dei contenitori e delle buste è molto importante: senza i nuovi mastelli non si potrà accedere al servizio. I contenitori e le buste sono infatti dotati di lettore RFID che consentirà di elaborare dati importanti sullo smaltimento dei rifiuti che porteranno all’applicazione della tariffa puntuale, altra grande novità del servizio, che prevede il pagamento della tassa, anche in base a quanto il singolo utente conferisce mensilmente. Insieme ai mastelli e alle buste, agli utenti viene consegnato materiale informativo sulle caratteristiche del nuovo servizio e tra queste anche il nuovo calendario di raccolta che entrerà in vigore una volta terminata la consegna dei mastelli in tutta la città. È prevista la divisione di Oristano in due grandi macroaree e non più in sei zone e l’obiettivo è l’avvio a luglio. 

“Con il nuovo sistema di raccolta differenziata”, spiega ancora l’assessore all’Ambiente, “saranno proposti anche altri servizi. L’ecocentro comunale per il conferimento degli ingombranti, gli ecocentro mobili nei quartieri e nelle frazioni e le isole ecologiche informatizzate, novità del nuovo appalto, che prevedono il conferimento dei rifiuti, previo utilizzo della tessera sanitaria. A gennaio è partito anche il servizio di ritiro degli oli esausti per gli scarti di frittura per le utenze domestiche. La raccolta è stabilita per il primo martedì e mercoledì del mese tramite prenotazione al numero verde”.

Decoro urbano. Con il nuovo appalto di servizio di igiene urbana saranno potenziati i servizi di spazzamento e di pulizia delle caditoie, con un calendario più assiduo che consentirà di arrivare ad un maggiore decoro della città. I cittadini saranno preavvisati, con la sistemazione di cartelli fissi. L’obiettivo è di arrivare, anche per lo spazzamento, ad un calendario fisso. 

Sul tema del decoro, in collaborazione col comando di polizia locale, la ditta incrementerà l’utilizzo di telecamere mobili per la videosorveglianza, con cui si vuole arginare il fenomeno delle discariche abusive, piaga soprattutto nelle periferie cittadine.

Comunicazione. Anche dal punto di vista della comunicazione all’utenza, alcune importanti novità. Su tutte, l’apertura di un Eco-point nel centro cittadino, in via Eleonora, inaugurato qualche settimana fa. Si tratta di uno sportello informativo, unico nel suo genere in Sardegna: tutti gli utenti potranno raggiungerlo per avere info utili sul servizio di igiene pubblica, segnalare eventuali disservizi e raccogliere materiale informativo.

Strumento fondamentale e strategico del nuovo servizio è l’applicazione Junker: un tutor intelligente per la raccolta differenziata che riconosce i prodotti dal codice a barre o addirittura da una foto e spiega come conferirli correttamente, distinguendo tutti i materiali che lo compongono. Un vero assistente personale, che si può scaricare gratuitamente sul proprio smartphone (Android, Apple o Huawei) e che si può utilizzare per sciogliere ogni dubbio davanti ai bidoni della differenziata.

I cittadini saranno accompagnati, per info utili, anche dalle nuove pagine social, “Raccolta differenziata Oristano”, disponibili su Facebook e Instagram, oltre al numero verde 800-632270.

Infine, un’altra novità del nuovo capitolato prevista negli appalti pubblici più importanti. A garanzia dell’amministrazione, ma anche dei cittadini, viene introdotta la figura del Dec: il Direttore dell’esecuzione del contratto. Un professionista, ingegnere ambientale, incaricato dal Comune di Oristano del controllo dell’appalto. Un supervisore che dovrà far rispettare capillarmente alla ditta quanto scritto sul capitolato speciale d’appalto.

1 commento

  1. Ma guarda te… questo sindaco si è ricordato delle periferie perché noi siamo sporcaccioni e ci mette le telecamere peccato però che la pulizia delle strade da noi avvenga si e no due volte l’anno. Per non parlare di altro, come la mancanza di servizi quali la fibra ottica, le strade dissestate, i marciapiedi. Visto che pagheremo a peso, sicuramente dovremmo portare tutta la pubblicità (che settimanalmente pesa qualche chilo) in Comune per farla smaltire.
    Obiettivo 85% è bellissimo, peccato che in moltissimi comuni della penisola certi obiettivi portino ad una riduzione dell’imposta per i cittadini mentre qui invece… Leggo poi che ci sarà il Dec per controllare la puntuale applicazione dell’appalto e viene descritta come una figura nuova, peccato che in qualsiasi appalto sia previsto da sempre un responsabile della sua corretta applicazione. Questa precisazione sta forse ad indicare che finora le ditte hanno agito senza controllo?
    Insomma anche questa volta la prenderemo noi in quel posto… caro sindaco, sarei tanto solerte in altre problematiche ben più gravi che interessano la nostra città e dove si sentono solo promesse ed annunci

Rispondi a PU Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome