Vaccino per i pazienti fragili da venerdì a Oristano: si parte con Oncologia e Dialisi

Anche i thalassemici saranno convocati al Palasport di Sa Rodia

Si vaccinano finalmente anche a Oristano i pazienti fragili. Venerdì 23 aprile, in un nuovo V-day al palazzetto dello sport,  le dosi saranno riservate nel pomeriggio a un primo contingente di persone affette da patologie gravi. Sono i pazienti seguiti all’ospedale di Oristano nei reparti di Oncologia e Dialisi. Con loro sono state convocate anche le persone thalassemiche, segnalate dal centro trasfusionale. Per tutti loro sarà disponibile il vaccino Pfizer.

Sempre venerdì, ma al mattino, è prevista la vaccinazione degli ultraottantenni che per motivi diversi non hanno potuto rispondere alla prima convocazione e degli ottantenni domiciliati in città ma residenti altrove. Potranno presentarsi per la vaccinazione anche i nati dal 1941 in su che erano assenti in casa al momento della convocazione o che, per altri motivi, non hanno ricevuto la lettera d’invito.

Da questo pomeriggio i volontari della Prociv Arci di Oristano saranno impegnati in città con la convocazioni dei residenti ultraottantenni non ancora vaccinati, con i quali si concluderà la somministrazione delle prime dosi ai più anziani.  Gli interessati – circa 450 persone – riceveranno dal Comune una lettera con l’invito a recarsi presso l’hub di Sa Rodia.

Nonostante le proteste e i solleciti dell’Aniad, devono invece ancora attendere una chiamata gli oltre 11 mila pazienti diabetici in cura al San Martino. Nei giorni scorsi la presidente regionale, Anna Firinu, con una lettera indirizzata al commissario straordinario della Assl Antonio Francesco Cossu aveva sollecitare la vaccinazione ai pazienti diabetici della provincia di Oristano, ricordato che nelle Assl  di Olbia, Lanusei e Carbonia,i pazienti diabetici sono stati già vaccinati, in giornate dedicate e dopo un appuntamento ottenuto dietro presentazione di una certificazione del centro di diabetologia di riferimento. La Direzione della Assl comunque ha assicurato che questi pazienti otterranno presto il vaccino anche a Oristano.

Proseguono intanto anche stamattina le vaccinazioni con l’Astrazeneca all’hub di Sa Rodia, dove si attendono circa 1.000 persone. I sei team di vaccinatori sono a disposizione degli ultrasessantenni che si sono prenotati attraverso il portale. Dopo una partenza caratterizzata da un limitato afflusso di persone, ora le operazioni di vaccinazione hanno riacquistato ritmo.

“In effetti nelle prime ore di oggi abbiano avuto meno pazienti di quanti ne avessimo previsto, forse per il maltempo”, spiega la dottoressa Maria Valentina Marras, responsabile dell’Igiene pubblica della Assl di Oristano. “Ma non c’è da preoccuparsi, chi non è potuto venire stamattina può presentarsi in uno dei prossimi giorni della settimana, con esclusione di venerdì. Saranno vaccinati tutti”.

6 Commenti

  1. Io vorrei sapere cortesemente quando dovrò essere vaccinata, essendo paziente esente ticket totale, invalida al 100%
    Classe 1960…

  2. I cardiopatici non rientrano tra le categorie da proteggere? Perché non si parla di chi ha questa patologia?
    Ho 72 anni, mezzo cuore in necrosi e mi sono prenotato sul sito per la vaccinazione. Mi hanno regolarmente dato l’appuntamento per il 15 aprile. Arrivato all’hub, dopo aver informato la dottoressa della mia patologia, sono stato invitato ad attendere la chiamata dell’ATS per la vaccinazione con Pfizer.
    Quanto dovrò aspettare?

  3. Io sono del 54, invalida 100%, esenzione c02 e mio marito del 49, con esenzione 048 e 02. Come dobbiamo fare per essere contattati per il vaccino?

  4. Non capisco perché i nati dal 1950 e sani vengano vaccinati prima di quelli che hanno un esenzione per patologia. Chi me lo può spiegare?

    • Al momento, la spiegazione – fondata – è che ci sono quasi soltanto vaccini AstraZeneca, per i pazienti fragili devono usare solo Pfizer e Moderna.

Rispondi a red04 Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome