Consiglio comunale: Mureddu e Canoppia tornano in Forza Italia

Abbandonano il Psd'Az rappresentato ora unicamente dal capogruppo Atzeni

Luigi Mureddu

Martedì, 6 aprile 2021

I consiglieri comunali di Oristano Marinella Canoppia e Luigi Mureddu lasciano il gruppo del Partito sardo d’azione e tornano in quello di Forza Italia, lista con la quale erano stati eletti. Di conseguenza si spostano dall’opposizione in maggioranza.

L’annuncio è stato dato dal capogruppo di Forza Italia Luca Faedda in apertura della seduta del consiglio comunale di Oristano.

Il capogruppo sardista, Danilo Atzeni, ha invece comunicato che il Psd’Az da oggi sarà rappresentato in Consiglio solo da lui.

Cera: “Messaggio forte”. “Il ritorno dei consiglieri Mureddu e Canoppia è un segnale forte, che accelera il rilancio di Forza Italia in città”. Il commissario provinciale azzurro, Emanuele Cera, esprime soddisfazione per la ricomposizione della squadra azzurra, fortemente condivisa con il capogruppo Luca Faedda e frutto di un proficuo dialogo con i due consiglieri.

“Il partito”, sottolinea Cera, “si rafforza e getta le basi per il futuro: ci sono altri amministratori e soprattutto altri cittadini che in questi mesi si stanno riavvicinando a noi. Siamo felici di condividere con loro un progetto politico di prospettiva, fondato sui valori, sulle idee e su quella cultura di buon governo e di buona amministrazione che fa parte del nostro DNA. Desidero ringraziare il consigliere Luca Faedda per aver permesso al gruppo di continuare ad esistere e per l’importante lavoro di collante che sta portando avanti, incontrando anche la volontà di chi non ha smesso di amare la nostra bandiera”.

“Con questo spirito”, ha concluso Cera, “lavoriamo per una città che potrà esercitare un ruolo da protagonista sullo scenario regionale, nazionale e internazionale”.

4 Commenti

  1. Ma chi ci crede più in questa politica? Credo che dalle prossime elezioni a votare non ci andrà più nessuno.

  2. Vanno e vengono e Cera parla di Oristano protagonista internazionale…. nazionale…. regionale…. A me basterebbe che Oristano iniziasse ad essere un vero Comune funzionante e soprattutto una provincia. Stiamo sempre a guardare lontano quando abbiamo problemi molto ma molto più vicino. Ospedale in tilt, periferie abbandonate, strade dissestate, impianti sportivi vecchi o mai utilizzati come il palazzetto, e stiamo a pensare a Oristano internazionale…

  3. Ma perché non restate fermi da una parte e soprattutto portate avanti il vostro ideale politico? Siete poco credibili.

  4. Ho l’impressione che il gioco politico regionale e la lotta a mantenere le poltrone regionali di tre rappresentanti abbia, con questa mossa figlio politico di Atzori, scombussolato i piani già programmati. L’importante che lutzu non si candida più.

Rispondi a P.U. Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome