Anche a Oristano la Giornata nazionale del Trekking urbano

In programma l'autunno prossimo

Foto Facebook @trekkingurbano

Giovedì, 29 aprile 2021

Sport, cultura e promozione del territorio sono le tre principali finalità della Giornata nazionale del Trekking urbano. L’iniziativa, a cui ha aderito con una delibera di Giunta anche il Comune di Oristano, è in programma domenica 31 ottobre 2021.

La manifestazione è organizzata dal 2002 dall’Assessorato al Turismo del Comune di Siena.

Già negli anni scorsi l’amministrazione comunale aveva portato in città l’iniziativa. Nel 2017 il focus era “Alla ricerca dei monumenti scomparsi”, mentre nel 2018 il tema “Raccontami come mangi e ti dirò chi sei” era stato personalizzato con riferimenti, oltre che al cibo, anche all’arte e alle ceramiche. Quest’ultima edizione era stata rinviata di due settimane a causa del maltempo. La tematica della Giornata nazionale del Trekking urbano 2021 è invece “Una sana follia. Alla scoperta del territorio attraverso i suoi bizzarri personaggi”.

Quest’anno hanno voluto riproporre la manifestazione l’Assessorato al Turismo guidato da Massimiliano Sanna e quello allo Sport guidato da Maria Bonaria Zedda. Per l’organizzazione dell’evento il Comune potrà inoltre contare sul supporto della Fondazione Oristano.

“Abbiamo scelto di aderire subito così da inserire Oristano nell’opuscolo informativo della Giornata nazionale del Trekking urbano”, spiega l’assessore al Turismo Massimiliano Sanna, “è un’iniziativa importante, nata per promuovere i territori in bassa stagione”.

Massimiliano Sanna

“Il tema dell’edizione 2021 è i personaggi bizzarri e particolari della città, ma non solo. Sarà una passeggiata”, dice ancora Sanna, “il percorso lo definiremo nei prossimi mesi. Vogliamo raggiungere anche le periferie, toccando zone della città che non sono state inserite nel tracciato delle edizioni precedenti”.

“La Giornata nazionale del Trekking urbano”, aggiunge Maria Bonaria Zedda, “è un evento sportivo e culturale. Puntiamo ad avere un riscontro positivo, promuovendo una maggiore conoscenza del territorio e mirando al benessere dei cittadini”.

Maria Bonaria Zedda

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome