Pasqua senza pace a Oristano: il Psd’Az contesta i cartelloni con gli auguri

Il sindaco Lutzu risponde: "Nessuno ha speso un euro, sono l'omaggio di un' azienda"

Uno dei cartelloni con gli auguri di pasquali firmati dal sindaco Lutzu

Mercoledì, 31 marzo 2021

Alcuni grandi cartelloni con gli auguri di buona Pasqua sono apparsi in alcune zone di Oristano, a firma del sindaco Andrea Lutzu. Oltre al profilo della statua di Eleonora, ci sono il logo della città di Oristano e due scritte: “Auguri di Buona Pasqua” e “Forza Oristano”.

A differenza di quanto fanno normalmente i simboli della Pasqua, tuttavia, questi cartelloni non hanno portano pace, anzi. Il Partito Sardo d’Azione ha diffuso una nota nella quale contesta la scelta del primo cittadino: “Nonostante si ritenga lodevole l’intento, non si può che rimanere basiti di fronte alla scelta dello strumento utilizzato, dei cui costi, si vorrebbe essere informati”, scrive in una nota il segretario cittadino, Simone Prevete.

“Non si capisce come, in un periodo storico nel quale molte aziende commerciali chiudono, sempre più famiglie versano in uno stato di povertà, l’amministrazione comunale possa destinare dei fondi pubblici per tale cartellonista anziché per i più bisognosi”.

“Mancano i fondi per sistemare i marciapiedi di Torregrande, per sistemare l’impianto sportivo di atletica Nurra – Sinis, per il verde pubblico… ma per fare gli auguri di buona Pasqua con i cartelloni pubblicitari, no”, conclude Prevete.

“Nessuno ha speso un euro”, risponde Andrea Lutzu. “Un’azienda oristanese ha voluto fare un omaggio alla città, totalmente gratuito. È un messaggio di incoraggiamento per Oristano del quale abbiamo bisogno, è stato fatto a fin di bene”.

Non sono mancate le critiche dalla minoranza. “Gli auguri”, ha scritto il consigliere comunale indipendente Francesco Federico, “sono sempre graditi. Quelli dei propri cari, degli amici, come quelli del proprio sindaco. Mentre i regali di un privato o di una azienda fatti a un amministratore pubblico dovrebbero essere sempre gentilmente ma rigorosamente rifiutati. È un principio basilare”.

“Diversamente”, ha proseguito Federico, “è solo imbarazzante. Per tutti. Per questo è basilare che il sindaco Lutzu faccia chiarezza sul gentile pensiero oggi ricevuto e renda pubblico chi è la generosa azienda che lo ha ‘omaggiato’. E soprattutto, perché?”.

2 Commenti

Rispondi a Nonapprovomicatanto Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome