Palasport: bocciata la proposta di gestione di Nuovo Basket e Oristano Basket

Il Comune non ha accolto la domanda delle due società

Mercoledì, 24 marzo 2021

Non è stata ritenuta accoglibile la proposta delle società Nuovo Basket e Oristano Basket per la gestione del nuovo palasport di Oristano. Le due società avevano risposto all’avviso del Comune presentando un’offerta per la gestione temporanea della struttura nei prossimi due anni. L’amministrazione, che non aveva ricevuto altre offerte entro la scadenza del bando, non ha quindi dato corso al procedimento di affidamento temporaneo del palazzetto.

A quanto si è appreso l’offerta per la gestione dell’impianto, non ha tenuto conto delle condizioni proposte dal Comune: Nuovo Basket e Oristano Basket hanno ipotizzato altre soluzioni, non richieste e non consentite dall’avviso pubblico esplorativo. Le due società avevano proposto una concessione quadriennale rinnovabile per ulteriori quattro anni. L’avviso pubblicato dal Comune prevedeva invece una concessione biennale.

Nuovo Basket e Oristano Basket, si legge nella determina del Comune, “non hanno dimostrato di possedere i requisiti obbligatori di partecipazione richiesti dall’avviso”. Il bando richiedeva alle società il “possesso di comprovate capacità sia nella gestione di attività imprenditoriali che nella gestione di attività socio-sportive”, ma anche il possesso di un fatturato annuale minimo di 100mila euro negli ultimi tre esercizi, l’iscrizione al Registro nazionale delle associazioni e società sportive dilettantistiche tenuto dal Coni e l’affiliazione a una federazione sportiva nazionale riconosciuta dal Coni.

Il Comune di Oristano aveva indetto il bando al fine di individuare un soggetto interessato alla gestione dell’impianto sportivo per un periodo di due anni. Il soggetto avrebbe dovuto farsi carico degli oneri di gestione del palazzetto, pari a circa 30mila euro annui.

8 Commenti

  1. MM, hai ragione. Ma solo chi non conosce Oristano poteva illudersi … (A parte il fatto che è una struttura sbagliata: piccola altezza del soffitto fuori misura per le partite che contano, tribune lunghe senza “bocche” per gli spettatori, mancanza di parcheggi)

  2. La verità è che le società sono iscritte all’albo comunale delle società sportive, per cui il Comune chiede copia dell’atto costitutivo, statuto e affiliazione alla Federazione e al Coni. Non contenti di ciò, richiedono ogni anno gli stessi documenti e la certificazione FIP con il numero di tesserati, e se non bastasse esiste il Registro pubblico delle società affiliate al Coni e con due clic di mouse vi appare la schermata con tutti i nostri dati. Quindi l’unico parametro, che non possiede nessuna ASD, sono i 100mila euro di fatturato. Nel bando hanno scritto che chi “avesse partecipato alla manifestazione di interesse” avrebbe avuto la priorità nell’assegnazione e quindi dovevano trovare in pretesto per escluderci. A parole sono bravi, nei fatti un po’ meno. Dovrebbero spiegare le assegnazioni di palestre comunali per 5 anni più 5 senza aver fatto un bando, mentre noi ci alleniamo ancora all’aperto.

  3. Con questo si intende che il palazzetto resterà chiuso per tanto tempo, nel frattempo si inizierà a vedersi la struttura a cadere a pezzi.

  4. Sarà l’ennesima opera inutilizzata realizzata con fondi pubblici (ossia con i soldi di chi paga le tasse). Sarebbe interessante sapere i nomi dei progettisti, al pari dei collaudatori dell’opera. C’è forse qualche Società, oltre ai coraggiosi che si sono fatti avanti, in possesso dei requisiti dettati dal bando? E intanto il tempo passa….

  5. X carita pur di nn darlo alla gente del posto tirano fuori scuse su scuse e preferiscono farlo cadere a pezzi…. sarebbe ora che questa politica oristanese si faccia un bel esame di coscienza… xke Oristano e sempre peggio in tutto e x tutto.

  6. Città europea dello sport. Tra sport e cultura va sempre peggio. Meno male che i nostri figli possono usare la playstation, almeno non sudano.

  7. State per caso parlando di quello strano edificio che a chi passa sembra uno stabilimento industriale per costruire infissi in alluminio? … cosa ben diversa dai progetti partecipanti al bando fatto per scegliere il migliore possibile !!!

Rispondi a Corrias Roberto Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome