Nuovo lungomare di Torre Grande: appalti entro fine anno?

Gli interventi sono finanziati dalla programmazione territoriale

La piazza della torre come potrebbe diventare dopo i lavori

Giovedì, 4 marzo 2021

“Siamo in fase di aggiudicazione della progettazione esecutiva dei lavori che interesseranno il lungomare di Torre Grande”. A chiarire l’iter del programma di riqualificazione della borgata marina è stato il sindaco di Oristano, Andrea Lutzu, intervenuto questo pomeriggio nel corso della riunione programmata dalla Commissione consiliare permanente Lavori Pubblici. Una volta affidata la progettazione esecutiva, in sei mesi si dovrebbe completare la trafila con l’approvazione del progetto esecutivo. Lo step successivo sarà la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori, che potrebbe avvenire entro fine anno.

In Commissione erano presenti in videoconferenza il presidente Luca Faedda, l’assessore ai Lavori Pubblici Francesco Pinna, i consiglieri comunali Luigi Mureddu, Andrea Muru, Maria Obinu ed Efisio Sanna e l’ingegner Giuseppe Pinna.

Si tratta di interventi finanziati dalla programmazione territoriale.

“La Regione”, ha spiegato Lutzu alla Commissione, “non essendo Oristano città metropolitana e non facendo parte di un Unione di Comuni, ci ha concesso una deroga per richiedere i contributi. I progetti per la programmazione territoriale sono stati presentati insieme a un partner, l’Unione dei Comuni Costa del Sinis – Terra dei Giganti”.

Andrea Lutzu

Gli interventi in programma nella borgata marina di Oristano sono due: “Torre Grande Sostenibile” e “Torre Grande Ambientale”. “Il primo da 5,7 milioni di euro”, ha sottolineato Lutzu, “il secondo da circa 500mila euro. Per ‘Torre Grande Sostenibile’ le risposte sono molto confortanti. La progettazione esecutiva è in fase di assegnazione. È stata inoltre nominata una commissione presieduta dall’ingegner Giuseppe Pinna. La base di partenza è un progetto preliminare approvato dalla Giunta Tendas, con finanziamenti che invece erano arrivati dalla Giunta Nonnis”.

Il progetto nel suo complesso prevede di ridisegnare gli spazi del lungomare su tre aree di intervento: l’ambito lacustre, il centro abitato e la zona dunale nel tratto verso la foce del Tirso. “Gli interventi per cui siamo prossimi all’aggiudicazione della progettazione esecutiva sono quelli che riguarderanno la passeggiata del lungomare Eleonora d’Arborea e il tratto che da Villa Baldino arriva fino al Porticciolo. L’area che dalla foce prosegue fino alla colonia ex Eca, invece, sarà al centro di un programma più ampio che coinvolgerà Ivi Petrolifera”.

Sono state chiarite anche le tempistiche. “Difficilmente”, ha concluso Lutzu, “il lungomare di Torre Grande sarà pronto entro la fine del mio mandato, probabilmente però i lavori partiranno quando sarò ancora io il sindaco di Oristano”.

A entrare nel dettaglio e a spiegare quali saranno i prossimi passaggi è stato invece l’ingegner Giuseppe Pinna: “Dal momento della stipula della convenzione, i professionisti incaricati della progettazione avranno 70 giorni per preparare una prima bozza e altri 30 per consegnare il progetto definitivo”. Poi dovrà arrivare il via libera della conferenza di servizi. “Quando ci sarà l’ok”, ha concluso Pinna, “lo studio di progettazione avrà altri 40 giorni per presentare il progetto esecutivo. In sei mesi speriamo di avere il progetto esecutivo approvato e di far partire la gara d’appalto per i lavori”.

1 commento

  1. Vedete le difficoltà a non essere una Città Metropolitana? Molto meglio sarebbe non avere nessuna città metropolitana, altrimenti finiamo come adesso siamo: figli e figliastri.

Rispondi a Oristanese deluso Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome