Cambia lo statuto del Consorzio Uno: più voce agli studenti, Regione fuori dal direttivo

Le modifiche sono state approvate dal Consiglio comunale di Oristano

Mercoledì, 3 marzo 2021

Esce la Regione Sardegna, entra un rappresentante degli studenti: cambia così il consiglio direttivo del Consorzio Uno. Ieri sera il Consiglio comunale ha approvato all’unanimità le richieste di modifica dello statuto della sede universitaria di Oristano. Il documento è stato presentato dall’assessore alle Società partecipate, Angelo Angioi.

“Siamo venuti incontro alle esigenze dell’Università”, spiega Angioi, “la rivisitazione dello statuto era stata chiesta dallo stesso Consorzio”.

L’assessore Angelo Angioi

La Regione, già esclusa dai direttivi degli altri atenei sardi, non potrà più nominare un rappresentate nel consiglio del Consorzio Uno. “In una sola occasione la Regione”, sottolinea l’assessore alle Società Partecipate, “aveva nominato un suo rappresentante, ma di fatto era già fuori dal direttivo da oltre vent’anni”.

Nel rinnovato consiglio ci sarà anche una voce del mondo studentesco. “Verrà nominato un rappresentante degli studenti, che però non avrà diritto di voto”, dice Angioni. “Inoltre è stata rivista la durata delle cariche ed è stato eliminato il comitato scientifico, perché non si è rivelato un organo funzionale. Una novità anche per le comunicazioni: grazie al nuovo statuto potrà essere utilizzata anche la posta elettronica certificata.

Prossimamente in Consiglio comunale si parlerà ancora di Consorzio Uno. “Abbiamo chiesto che vengano approfondite le criticità del Consorzio”, spiega il consigliere comunale del Pd Efisio Sanna. “Sarà l’occasione per analizzare la situazione di tutte le società partecipate del Comune di Oristano”, conclude l’esponente della minoranza.

Efisio Sanna

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome