Ancora chiusa la via Vittorio Veneto dopo il crollo della facciata di una vecchia casa

Disagi per gli automobilisti che devono raggiungere la stazione ferroviaria

Le transenne dividono a metà la via Vittorio Veneto, chiusa per le auto

Sabato, 2 gennaio 2021

Resta ancora chiuso al traffico il tratto di via Vittorio Veneto tra piazza Sant’Efisio e l’incrocio con la via Sassari, dove nei giorni scorsi sono crollati la facciata anteriore e una parte del tetto di una vecchia casa su due piani disabitata, di proprietà del Comune di Oristano.

La concomitanza del crollo con le festività di Capodanno ha ovviamente rallentato i lavori di messa in sicurezza dell’area, ma l’augurio è che sia riaperto a breve termine quel tratto di strada. La zona, infatti, è molto trafficata a causa della vicinanza con la stazione ferroviaria, raggiunta quotidianamente da diversi oristanesi, e non solo. La chiusura della strada crea disagi agli automobilisti, in particolare a quelli che arrivano dal centro cittadino in direzione di piazza Ungheria, costretti a fare il giro da via Arborea.

Il crollo di parte della casa è avvenuto lo scorso 30 dicembre. L’edificio, già segnato dal tempo, ha ricevuto probabilmente il colpo di grazia dalle incessanti piogge degli ultimi tempi, che hanno inzuppato le pareti realizzate con mattoni crudi e ne hanno causato il cedimento.

I residenti del quartiere da tempo sollecitavano l’intervento del Comune per la messa in sicurezza dell’edificio. Nel 2018 una parziale ristrutturazione aveva interessato solo la parte posteriore dell’edificio, dopo un analogo crollo.

Le transenne e la segnaletica che impediscono l’accesso a via Vittorio Veneto

1 commento

  1. Ridicoli… Se la casa apparteneva ad un normale cittadino ti avrebbero rotto le scatole per liberare la strada e mettere in sicurezza la casa … per carità…

Rispondi a Antonio Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome