Coronavirus, è morta un’altra suora a Oristano

Il bilancio quotidiano diffuso dal sindaco Andrea Lutzu

La sede del Comune di Oristano

Martedì, 3 novembre 2020

Un’altra suora è morta a Oristano. Era una religiosa di 94 anni, contagiata dal coronavirus nell’Istituto del Sacro Costato, in via Vittorio Veneto, dove ha cessato di vivere e dove già era venuta a mancare un’altra religiosa, affetta anche da una grave patologia.

Il decesso di oggi segue quello di ieri, aggiornando la drammatica contabilità del coronavirus: un uomo residente a Nuraxinieddu di 76 anni che era ricoverato al Santissima Trinità di Cagliari.

Oggi si registrano anche altri due contagi in città.

“In una sola settimana a Oristano registriamo la morte di 4 soggetti positivi al Covid-19 – osserva il Sindaco Andrea Lutzu -. Dopo il volontario della Croce rossa e la suora deceduta il giorno stesso in cui sono stati accertati 12 contagi all’interno dell’istituto del Sacro Costato, tra ieri e oggi abbiamo appreso con dolore la notizie di queste due nuove croci. La situazione è sempre più critica e occorre che tutti ne prendano piena coscienza”.

Per effetto dell’aggiornamento odierno in città i casi positivi accertati dall’inizio di settembre diventano 197 (dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono 225), i pazienti guariti sono 69 (dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono 94), mentre i soggetti ancora in cura sono 124. I pazienti ricoverati in ospedale sono 14, di cui 11 per Covid-19 e 3 per altre patologie. Quattro i pazienti deceduti.

1 commento

Rispondi a Daniela Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome