La Croce Rossa di Oristano cerca volontari in tutta la provincia: appello ai giovani

Dalla tutela della salute all'aiuto sociale e umanitario. Sono aperte le iscrizioni per i nuovi corsi.

Un’ambulanza pronta a partire – Foto pagina Facebook Croce Rossa Italiana – Comitato di Oristano

Mercoledì, 14 ottobre 2020

La Croce Rossa di Oristano cerca forze fresche. Il mondo del volontariato è sempre alla ricerca di nuove persone pronte ad aiutare il prossimo ma in questo periodo, come non mai, la Croce Rossa punta alla formazione di una nuova generazione di volontari. Anche nell’Oristanese sono in partenza i nuovi corsi, dal livello base a quello avanzato.

“Ci si può iscrivere durante tutto l’anno”, spiega Fabrizio Piras, presidente della Croce Rossa di Oristano: “non c’è nessuna scadenza e neppure limiti d’età per partecipare. Il nostro obiettivo è incrementare il numero dei volontari – al momento siamo circa 260 in tutta la provincia, con quattro sedi 118 – e aprire questo mondo anche ai giovani”.

Sono diverse le possibilità per operare nel mondo del volontariato e non solo da un punto di vista sanitario: dalla tutela della salute e della vita umana, all’inclusione sociale e all’impegno per i diritti dei popoli. Lo stesso presidente Fabrizio Piras ricorda i sette principi fondamentali che stanno alla base del movimento internazionale di Croce Rossa e che ne costituiscono lo spirito e l’etica: “umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontariato, unità e universalità”.

“Noi operiamo molto anche sul fronte sociale e umanitario”, aggiunge Fabrizio Piras, “la nostra attività non è solo quella prettamente sanitaria e di pronto intervento, come spesso ci si immagina. Ad esempio, diamo una mano alle tantissime famiglie e persone in difficoltà, specie in questo momento storico, con raccolta di viveri e aiuti vari”.

In generale i corsi proposti dalla Croce Rossa Italiana sono circa 180 e riguardano diversi settori ma per il territorio oristanese i corsi in partenza sono tre e aspettano di raccogliere il numero minimo di aspiranti: almeno una ventina di persone per far partire il corso base.

“Il corso base di 1° livello”, spiega Francesco Camedda, delegato provinciale dei trasporti della Croce Rossa, “prevede l’apprendimento e la conoscenza delle tecniche base di tutte le manovre di disostruzione ma anche di pronto intervento, come il massaggio cardiaco”.

“La nostra idea”, dichiara sempre Francesco Camedda, “è quella di far partire il corso entro la fine dell’anno. A questo, se ne aggiungeranno altri due, di 2° livello e 3° livello, il primo dedicato ai trasporti sanitari – per manifestazioni, eventi sportivi o accompagnamento per visite sanitarie – mentre il secondo sui trasporti d’emergenza – e quindi al 118″.

“Tutti i nostri corsi”, aggiunge il presidente Fabrizio Piras, “prevedono una parte teorica e una parte pratica, per un totale di 32 ore nell corso base. Chiaramente la durata della formazione può variare in base alla classe e alla formula da noi scelta, ad esempio dei weekend di lezioni o alla settimana e così via”.

“I corsi”, precisa sempre Fabrizio Piras, “sono dei percorsi lunghi e approfonditi perché affrontano diverse tematiche e sono tenuti da esperti di ogni settore, dall’operatore socio generico all’istruttore per la guida dell’ambulanza. È un iter lungo e complesso e ci vuole il giusto tempo per imparare e assimilare tutto”.

“La sede dove verranno effettuati i corsi”, dichiara sempre Francesco Camedda, “sarà scelta in base al comune di residenza delle persone che hanno presentato domanda. Ad esempio, se ci sono più persone di Oristano ad aver fatto richiesta, il corso lo terremo in città, in locali individuati dalla Croce Rossa”.

Per quanto riguarda le modalità delle lezioni, almeno per la parte teorica è previsto l’uso della didattica a distanza. “La Croce Rossa di Oristano”, prosegue sempre Camedda, “ha disposto una piattaforma online per le lezioni. Per quanto riguarda poi la parte pratica, si provvederà a dividere i partecipanti in gruppi da 5 o 6 persone al massimo e fare più turni tra mattina e pomeriggio, per evitare assembramenti”.

Al termine del corso i partecipanti riceveranno un attestato di partecipazione e, previo superamento di un esame (scritto, a risposta multipla) diventeranno volontari della Croce Rossa Italiana.

“La nostra”, conclude Francesco Camedda, “è davvero una bella realtà. L’invito che facciamo è quello di non farsi spaventare dalla situazione attuale che stiamo vivendo: operiamo in sicurezza con i dispositivi di protezione individuale e cerchiamo di sostenerci l’uno con l’altro”.

Lo stesso invito lo rivolge il presidente Fabrizio Piras a tutte le persone interessate a entrare nel mondo del volontariato: “Non siamo spaventati dall’emergenza sanitaria in corso”, dichiara. “Siamo prudenti in tutto e proprio per questo invitiamo quante più persone possibili a unirsi a noi. Dedicare una parte della propria vita al volontariato è appagante per se stessi ma anche per la comunità: rappresenta un’occasione di crescita per tutti”.

Per maggiori informazioni sui corsi è possibile contattare la Croce Rossa di Oristano, presentandosi personalmente nella sede centrale in via Casula 14/16, oppure chiamando al numero fisso 0783 210311 o al cellulare 379 200 82 34 / 340 9178507, o tramite via mail all’indirizzo oristano@cri.it. È possibile consultare anche la piattaforma online gaia.cri.it o il sito dove sono evidenziate tutte le attività svolte dalla Croce Rossa.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome