Tharros, la prima in Promozione contro il Cortoghiana. Rischio rinvio per le partite in casa

Incertezze dopo lo stop agli eventi sportivi anche per l'Oristanese in Prima Categoria e nel futsal

Prima il doppio impegno in Coppa Italia contro l’Arborea, poi per la Tharros sarà subito campionato. I biancorossi di Antonio Madau esordiranno in Promozione il 27 settembre, tra le mura amiche contro il Cortoghiana. La domenica successiva la Tharros farà visita al Villasimius, poi l’11 ottobre tornerà a Oristano per sfidare l’Atletico Cagliari. Attenzione però a possibili rinvii per le partite in programma in città: l’inizio regolare dei campionati è a rischio dopo l’ordinanza firmata ieri sera dal sindaco di Oristano Andrea Lutzu. Il provvedimento sospende infatti temporaneamente le manifestazioni culturali e sportive in programma nel territorio comunale nelle prossime settimane.

Non solo la Tharros, anche l’Oristanese di calcio a 11 e la formazione di futsal sono in attesa di novità. I calendari dei principali campionati dilettantistici sardi sono stati svelati ieri pomeriggio in diretta streaming sulla pagina Facebook del Comitato regionale Sardegna Figc Lnd. Li ha presentati il presidente Gianni Cadoni.

Inserita nel girone B di Prima Categoria, l’Oristanese debutterà domenica 27 settembre sul campo della Gioventù Sportiva Sanlurese. La prima in casa, domenica 4 ottobre, sarà contro la Don Bosco Fortitudo, poi i ragazzi di Federico Trudu andranno a Capoterra.

Il Comitato regionale Sardegna Figc Lnd ha comunicato anche il calendario della Serie C1 di calcio a 5. Sabato 3 ottobre l’Oristanese Futsal esordirà in casa del Futsal 4 Mori, a Settimo San Pietro. Il 10 ottobre i biancorossi dovrebbero giocare al palasport di San Nicola contro lo ZB Iron Bridge, il 17 invece faranno visita all’Elmas.

Venerdì, 11 settembre 2020

1 commento

  1. Quindi bar e ristoranti aperti, però dove esiste la possibilità di mantenere le distanze – vedi il campo Tharros – si rischia di non far svolgere la partita se non a porte chiuse. Mi sembra discriminatorio e ingiusto.
    Continuo a chiedermi cosa avranno di speciale bar e ristoranti, sono aiutati nonostante gli abbiano dato la mano e si siano presi il braccio, senza contare i disagi per i residenti del centro.
    Si sta veramente esagerando. Scommetto che per la Sartiglia non avranno nessun problema.
    Ridicoli

Rispondi a Nario Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome