Ponte del Rimedio, il deterioramento continua. Segnalazione e allarme

Dopo la caduta dei calcinacci, lo scheletro ferreo del cavalcavia continua ad arrugginirsi

Ponte del Rimedio

Preoccupano le condizioni del ponte del Rimedio. Gli anni passano ed ecco che, in assenza di un’adeguata manutenzione, i segni del tempo sono sempre più evidenti. Il cavalcavia che collega Oristano e la frazione di Donigala Fenughedu non se la passa benissimo.

Nella parte inferiore della struttura si registrano piccoli distaccamenti di calcestruzzo. Lo scheletro ferreo del ponte, un tempo protetto da un rivestimento in cemento, si mostra ora ai passanti. Lo testimonia una foto scattata da un nostro lettore, proprio all’inizio del cavalcavia in direzione Oristano.

Venerdì, 28 agosto 2020

5 Commenti

  1. Da abbattere e ricostruire come quello di Genova. (Inoltre, i due cavalcavia che sovrastano la rotonda del Rimedio sono perfettamente inutili: per il nostro traffico basta e avanza la rotonda. Per cui, questi due viadotti sono da eliminare e basta).

  2. A parte il ponte per il quale è assolutamente necessaria una manutenzione ordinaria e straordinaria, ho sempre pensato all’inutilità degli ulteriori cavalcavia costruiti sulla rotonda proprio prospiciente la Basilica del Rimedio.
    Oltre la bruttezza non riesco a capire il vantaggio. Sarebbe sufficiente adattare la stessa rotonda abbellendola poi al centro con una fontana o una statua dedicata alla Madonna ed abbattere quei cavalcavia orribili.
    Almeno non dovremmo più preoccuparci della manutenzione

Rispondi a Stefano celletti Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome