Un’altra ceramica danneggiata nel centro di Oristano: “Una ferita per la comunità”

L’episodio denunciato dall’artista Valentina Pisu

Uno dei vasi in terracotta, parte della composizione artistica realizzata dall’artista locale Valentina Pisu in via Cagliari, vicino alle antiche mura di Oristano, è stato rimosso e portato via da qualcuno, che ha danneggiato così una delle tante opere in ceramica presenti nel centro del città.

A denunciare l’atto vandalico, il secondo nell’arco di poche settimane, la stessa Valentina Pisu che sui social commenta così: “Ho appreso con rammarico l’ennesimo atto vandalico che interessa una delle opere che ho realizzato nell’ambito del progetto del Comune ‘Oristano città museo’ “.

“Qualcuno”, aggiunge sempre l’artista, “si è divertito a distruggere uno dei vasi che facevano parte della composizione, per portarselo via indisturbato, pur essendo inevitabilmente privo di fondo e danneggiato, inutilizzabile”.

Opera danneggiata – Foto pagina Facebook Ceramiche Artistiche di Valentina Pisu

L’atto vandalico segue un altro episodio verificatosi sempre in città lo scorso 6 maggio, in via Garibaldi, dove una delle scarpette rosse in ceramica, segno della battaglia contro la violenza sulle donne, inserita in un’altra installazione, era stata danneggiata.

Non solo, l’opera di Valentina Pisu era già stata presa di mira dai vandali. Realizzata nel 2017 nell’ambito del progetto comunale “Oristano città Museo”, l’installazione artistica aveva subito a pochi giorni dalla sua messa in opera importanti danni. Qualche incivile aveva infatti staccato non solo il manico dalla brocca, ma preso dalla base dell’opera anche un fiore. E sempre la stessa Valentina Pisu aveva denunciato l’episodio.

“Gesti come questo”, conclude Valentina Pisu, “non feriscono solo chi quelle opere le ha realizzate e chi le ha commissionate con un progetto armonico d’insieme, ma ledono l’intera comunità. Non si può che provare sconforto, profonda delusione e rammarico nel dover assistere ancora una volta a eventi simili”.

Lunedì, 1° giugno 2020

1 commento

  1. e ma tanto a Oristano ci sono tanto di controlli i vigili vigilano le telecamere vigilano il sindaco vigila ma i maleducati continuano a distruggere la nostra bellissima ORISTANO

Rispondi a il nonno Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome