Il sogno di libertà di un sardo nelle pagine di “Su Kokku”

Presentazione del primo libro di Oscar Piano alla Soms di Oristano

Il sogno di libertà di un sardo e il racconto di una Sardegna quasi dimenticata. Si parla di questo nel primo libro di Oscar Piano, “Su Kokku”, che sarà presentato sabato 29 febbraio, alle 10, nella sala conferenze della Società di Mutuo Soccorso, in via Solferino ad Oristano. Dolores Piano dialogherà con l’autore.

“Su Kokku” è un testo bilingue scritto in italiano e in limba sarda campidanese, a metà tra romanzo storico e di ispirazione fantastica. Protagonista del libro un giovane del ’99.

Sebbene si tratti della prima pubblicazione di Oscar Piano, il testo ha una narrazione attenta e dettagliata, carica di simbolismi. Racconta non solo la crisi identitaria del popolo sardo ma anche la voglia di ribellione ed indipendenza.  

Oscar Piano racconta di una Sardegna quasi dimenticata. Oggi, su kokku – il pendaglio di onice od ossidiana – fa parte del classico merchandising artigianale presente ovunque, dagli aeroporti alle bancarelle per turisti, ma il significato del pendente nero è tutt’altro.

Diversi gli spunti di riflessione che si ritrovano tra le pagine. Uno di questi l’attenzione riservata al personaggio di Doddore, ispirato da un uomo che nell’Oristanese come nell’Isola tutti ricordano. Salvatore Doddore Meloni anima infatti alcune pagine del libro di Piano: l’autore ha avuto l’opportunità di conoscerlo personalmente e nel testo racconta l’idea di indipendenza come una vera necessità per una terra dalle radici antiche e profonde.

Oscar Piano nasce a Cagliari nel secondo dopoguerra. La sua formazione culturale e politica avviene a Cagliari, nel quartiere Marina. Operatore aeroportuale, è da sempre impegnato nel sociale, vicino ai più deboli. Nel 2017 aveva fondato con Andrea Deiana il Banco del farmaco. Oggi vive ed è attivo nel sociale a Carbonia.

Dolores Piano, insegnante di musica, è impegnata nel sociale.

Giovedì, 20 febbraio 2020

2 Commenti

  1. Leggerò questo libro con immenso piacere, non fosse altro per ricordare meglio il significato della vita del caro Doddore……………

Rispondi a Oscar Piano Cancella la risposta

Inserisci il tuo commento!
Inserisci qui il tuo nome